Ho sempre pensato che l’Aurora Polare qua in Lapponia fosse un fenomeno scontato e visibile tutti i giorni semplicemente alzando gli occhi al cielo…Balle Balle Balle! L’Aurora boreale è il fenomeno più mutevole e incostante che si possa ricercare: se piove, se nevica, se è nuvoloso non si fa osservare, se c è la luna piena si fatica a vedere. Da queste nuvole è partita la nostra ricerca: con un furgoncino, una macchina fotografica, wulsterl, panini salame e formaggio, marshmallows, whiskey, the e tanta legna per il falò. Dalle 18 alle 3,30 del mattino la neve scintillante d’oscurità (mai piena) ha incalzato questi deserti innevati fatti di fiordi, montagne e renne selvatiche. Pneumatici e ghiaccio, zero città, fatica, stelle ovunque e solo strade bianche punteggiate di casette dai lumicini accesi: ma è sempre dura qui fuori, perché l’Aurora premia i pazienti come nessun altro fenomeno al mondo, l’Aurora appare e scompare, ti tiene li, in un silenzio assordante come una magia in cui non puoi smettere di dire…wow anche se arriva e scivola via in un attimo. È la pace, la solitudine, l’essenziale, qualcosa che non si tocca ma che ti prende e ti spacca il cuore rendendolo ancora più unito, ancora più saggio, ancora piu profondo verso l’alto, l’Aurora non ha forma è come un vapore ogni volta irripetibile, tua, segreta..

e qualcuno che hai accanto ti sembrerà più vicino,qualcuno che hai perduto ti sembrerà meno distante. È un fatto. In mezzo a questi pensieri l’esplosione della natura priva dell’uomo, del caos, delle file, degl ostacoli e cosa saremmo senza questi cieli, senza queste notti-giorno privi di ore? Ogni nostra avventura sarebbe stata un avventura a metà, perche ogni viaggio è veramente grande solo quando si ha la fortuna, il coraggio e il colpo d’occhio di sentirsi piccoli piccoli. #stupore #nonletture #expedition2017 #lapponia #trovik #senzaparole #dolomiteoutdoor #goldfirenze

Share This