La cosa che mi manca di più quando torno da un lungo viaggio è il contatto con la natura, con il verde, con l acqua dolce, la fatica, il sentirsi sudati, il silenzio, l accendere un fuoco e persino dormire scomodi in una tenda, eppure quest anno ho fatto uno scatto mentale improvviso e involontario, bo? Non aspetto piu un nuovo viaggio, non sogno: vivo il sogno, mi godo tutto, soprattutto i luoghi che ho estremamente vicini, quella natura che cresce rigogliosa e che diamo per scontato, quella che c è ogni giorno, anche quando siamo di fretta e decidiamo continuamente di non esplorare, perche è facile comprare una lonley planet e ritrovarsi tutti negli stessi posti del mondo: dai viaggiatori i giri sono quelli… eppure da un po, cammino di piu, trovo sentieri vicino casa, mi porto pranzi a sacco, guardo, leggo, m interesso a cio che non era interessante e tutti questi profumi, questi rumori di sottobosco non mi fanno sentire lontano da niente, neppure dal prossimo viaggio..

Perché il vero lusso oggi in Italia, è la natura, un fiume d’ acqua limpida e potabile in cui nuotare: la piscina la puoi costruire anche in un deserto ma quello che ha fatto madre natura da millenni è un continuo spettacolo del tempo che puo essere spazzato via in un attimo, per sempre, quindi meglio non perdersi niente cari viaggiatori, godetevi le buche, i viottoli dietro casa, i cipressi, i piedi gnudi, il mondo come lo vedete oggi esisterà solo oggi e niente vi da il diritto di sprecare un solo giorno nell attesa di visitare un posto di cui sarete i prossimi custodi! In bocca al lupo!

​[wpvideo urjnUGkx]​

​[wpvideo eQaeTw7V]​

Share This